Primo contatto: le prime due consultazioni

Prima consultazione (ca. 30 min.)

ANAMNESI

  • Modalità di consumo?
    • iniezione
    • per via nasale (“sniffare”, “tirare di coca”)
    • inalazione di fumo (di freebase o crack)
    • per via orale (la polvere è ingerita direttamente oppure, anche se raramente, disciolta in una bevanda; poiché l’effetto “first pass” è elevato, occorrono dosi maggiori)
    • monoconsumo (sovente durante o dopo il consumo di alcol) oppure
    • consumo nell’ambito di una terapia sostitutiva (di solito durante o dopo il consumo di metadone/eroina)
  • Frequenza del consumo?
    • fine settimana (feste), durante il tempo libero
    • più volte la settimana
    • più volte al giorno
  • Effetto del consumo?
    • stimola il sistema nervoso centrale
      • stimolante, invita al contatto, induce euforia, ha effetti sulla libido
      • calmante (in tal caso, considerare l’eventualità di un ADHD)
    • inibisce il riassorbimento della noradrenalina
      • aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca
  • Consumo di altre sostanze? Tabacco, canapa, alcol, eroina, droghe sintetiche (ad es. ecstasy), sonniferi ecc.
  • Situazione sociale?
    • lavoro, tempo libero, relazioni, situazione finanziaria (quanto spende per il consumo di cocaina? debiti?)
  • Situazione psichica?
    • depressioni, paure
    • psicosi
    • ADHD, disturbi del sonno
    • disturbi dell’alimentazione, altri comportamenti additivi
    • suicidalità
  • Situazione somatica
    • HIV, epatite, disturbi cardiaci o altre malattie

QUADRO SOMATICO

I tipi di consumo influiscono sui referti. Valutare il quadro generale, prestando particolare attenzione a:

  • peso/BMI (perdita di peso, cachessia)
  • lesioni del setto nasale
  • verruche nasali dovute a virus da papilloma (che può essere contratto al contatto di oggetti infetti, ad es. banconote)
  • ulcere e ustioni oro-labiali (a causa di pipe da crack guaste)
  • ultimo tratto laterale del sopracciglio mancante (bruciato dai fumi molto caldi della pipa da crack)  
  • alitosi
  • bronchite e infiammazione polmonari (che possono essere causate dal fumo di cocaina), broncopneumopatia cronica ostruttiva
  • endocardite
  • ipercheratosi del palmo delle mani e delle dita (dovuta al calore elevato delle pipe da crack)
  • ascessi (provocati dalle iniezioni), necrosi, ferite (autoinflitte grattando le zone pruriginose)
  • vasculite

ESAMI DI LABORATORIO (alla 1a o alla 2a consultazione)

  • ematogramma, glucosio, creatinina, SGPT, SGOT, GGT, sierologia epatite, HIV
  • ev. CDT
  • elettrocardiogramma
  • test di gravidanza

Seconda consultazione (ca. 30 min.), da fissare al più presto

  • passare in rassegna i risultati della prima consultazione, discutere i referti e fare il punto della situazione
  • definire di comune accordo gli obiettivi terapeutici e la frequenza delle consultazioni
  • offrire un sostegno psicologico
  • prevedere, se occorre, una farmacoterapia (psicofarmaci / metilfenidato (Ritalin) in caso di ADHD)
  • decidere se collaborare con colleghe/i specialiste/i oppure se prescrivere un ricovero

 

Impressum