Prevenzione

  • La prevenzione si costruisce essenzialmente attorno a due assi:
    • prevenzione comportamentale, incentrata sulla persona; e
    • prevenzione strutturale, basata sulla legislazione e le normative in vigore.

Prevenzione comportamentale

  • Si tratta di interventi di prevenzione universale, rivolta alla popolazione in generale, e di prevenzione selettiva, rivolta ai gruppi a rischio (ad es. giovani adulti di sesso maschile), gestiti da organizzazioni a livello cantonale e intercantonale (cfr. ad es. www.sos-spielsucht.ch oppure www.giocoresponsabile.com del Gruppo Azzardo Ticino).
  • Una prevenzione indicata può essere, ad es., un numero verde gratuito, a disposizione dei giocatori o delle persone loro vicine.

Prevenzione strutturale

Lotterie

  • Mediante una tassa a destinazione vincolata le lotterie finanziano le attività di prevenzione promosse dalle autorità cantonali. Inoltre, la legge in vigore le obbliga a informare i giocatori sui rischi del gioco in denaro e a indicare loro i possibili servizi di aiuto ai quali rivolgersi. Infine, sono tenute a offrire la possibilità agli utenti di escludersi dai giochi in linea.
  • Ora le lotterie sono tenute a elaborare e applicare un piano sociale che permetta di riconoscere anticipatamente i giocatori problematici.
  • Nei punti vendita tradizionali l’età minima di acquisto è 16 anni; per Swisslos e per i giochi online l’età minima è 18 anni.
  • Gli apparecchi automatici Tactilo che si possono trovare in certi bar romandi sono particolarmente discussi, poiché non richiedono alcuna registrazione personale e, di conseguenza, non consentono di verificare l’età del giocatore. Quasi la metà dei pazienti che seguono una terapia specifica per un disturbo da gioco utilizzano Tactilo.

Case da gioco

  • Sono tenute a eseguire controlli all’entrata, soprattutto per verificare l’età minima (18 anni).
  • Ogni casa da gioco deve dotarsi di una serie di regole interne per la prevenzione e per individuare in anticipo i casi problematici e vietare loro l’entrata.
  • Sono tenute a offrire la possibilità di un’esclusione autonoma dal gioco, che è una decisione valida su tutto il territorio svizzero.
  • Il personale segue regolarmente corsi di formazione per individuare in anticipo i casi problematici; le case da gioco possono inoltre collaborare con i centri di consulenza regionali.
  • Le case da gioco sono tenute a vietare l’entrata ai giocatori che puntano cifre superiori alle loro effettive capacità finanziarie.
  • Vi è anche la possibilità di autoescludersi dai casinò che si trovano nell’immediata fascia di frontiera.

Giochi in denaro online

  • Dal 2019 le case da gioco possono offrire giochi in denaro online. Le misure di prevenzione e gli interventi per proteggere i giocatori sono stati armonizzati e valgono sia per le lotterie sia per le case da gioco, in funzione della pericolosità dei diversi giochi che propongono.
  • Per i giochi offerti online dalle lotterie nazionali e dalle case da gioco vige un’età minima di 18 anni.
  • Le persone minorenni utilizzano carte prepagate (paysafecard) e, in tal modo, possono accedere con facilità a siti basati all’estero.
  • Questi operatori offrono, di solito, solo un livello minimo di informazioni e di protezione.

 

Impressum