Circolazione stradale

  • In linea di principio, si deve fare una distinzione tra la l’idoneità alla guida (= disporre dei requisiti mentali, fisici e caratteriali generali per guidare un veicolo a motore in modo sicuro) e la capacità di guida (= capacità psichica e fisica di guidare un veicolo a motore in modo sicuro in una data situazione e in un dato momento). Gli studi indicano che, in linea generale, l’assunzione regolare di un oppioide in una dose stabile non compromette né l’idoneità né la capacità di guida.
  • Tuttavia, il medico deve spiegare al paziente in terapia con agonisti oppioidi (metadone, buprenorfina, morfina a rilascio lento), che durante la prima fase, ossia fino a quando avrà raggiunto una dose stabile e assunta regolarmente, non potrà condurre veicoli a motore.
  • Per valutare la capacità di guida del paziente in terapia con agonisti oppioidi è importante prendere in considerazione anche fattori quali la struttura della personalità in relazione all’idoneità alla guida e il consumo di altre sostanze psicotrope (in part. farmaci con prescrizione medica quali benzodiazepine o antidepressivi). In linea di principio, il paziente non può essere considerato capace di guidare se consuma anche alcol, assume benzodiazepine oppure presenta un consumo parallelo di sostanze psicoattive.
  • Il medico è tenuto a informare il paziente sui rischi legati alla guida di un veicolo in tali circostanze e a fornirgli una documentazione in merito. Se il paziente non ne tiene conto, il medico ha diritto, conformemente all’articolo 15d della legge federale sulla circolazione stradale, di segnalarlo ai servizi cantonali competenti.
  • Le condizioni per ottenere o riottenere la licenza di condurre sono stabilite da direttive cantonali.
  • Informazioni e approfondimenti sulla circolazione stradale in relazione al consumo di sostanze psicotrope si trovano sul sito Infoset o possono essere richieste ai servizi cantonali della circolazione.

 

Impressum