Aspetti finanziari

Fatture non pagate, pazienti che non si presentano agli appuntamenti: due problemi non rari nei trattamenti contro le dipendenze. Ecco alcune informazioni utili.

1. Prestazione obbligatoria secondo LAMal

  • Secondo l’Ordinanza sulle prestazioni (OPre)1, una terapia con agonisti oppioidi a base di metadone, levometadone, SROM e buprenorfina in caso di dipendenza da oppioidi è rimborsata come prestazione obbligatoria dell’assicurazione di base, a condizione che:
    • sia effettuata secondo le raccomandazioni pubblicate nel 2013 dall’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP in collaborazione con la Società svizzera di medicina delle dipendenze SSAM e l’Associazione dei medici cantonali della Svizzera AMCS.
  • Secondo l’Ordinanza sulle prestazioni (OPre)1, una terapia con agonisti oppioidi a base di eroina in caso di dipendenza da oppioidi è rimborsata come prestazione obbligatoria dell’assicurazione di base, a condizione che:
    • rispetti le disposizioni dell’Ordinanza dell’8 marzo 1999 concernente la prescrizione medica di eroina (RS 812.121.6), come pure le direttive e le raccomandazioni del manuale pubblicato nel settembre 2000 dall’UFSP (“Handbuch Heroingestützte Behandlung. Richtlinien, Empfehlungen, Information // Manuel Traitement avec prescription d’héroïne. Directives, recommandations, informations”).

2. Rimborso di metadone / levometadone / SROM / buprenorfina dispensati da assistenti di studio medico

  • Per la dispensazione di metadone da parte di assistenti di studio medico, si può applicare la posizione TARMED 00.0155 (8.19 pt; al massimo una volta al giorno, fatturabile solamente se la dispensazione del medicamento avviene senza consulto medico).

3. Sospensione delle prestazioni

  • Domandi al paziente, ed ev. ai servizi sociali o alla cassa malati, se le prestazioni sono state sospese. Se sì, chieda al paziente il consenso di notificarlo ai servizi competenti per le prestazioni sociali che, di regola, versano gli arretrati. In questi casi è pure possibile inviare la fattura direttamente ai servizi sociali o al rappresentante legale del paziente.

4. Terzo pagante

  • Se lo studio medico fattura con il “sistema del terzo garante” e se il paziente non ha né un rappresentante legale né riceve prestazioni sociali, gli si può chiedere se è disposto a passare al “sistema del terzo pagante” (fatturazione ad es. via Mediport di Medidata; è possibile automatizzarla in larga misura registrando Medidata come indirizzo per la fatturazione).
  • A tale scopo il paziente deve firmare un accordo di cessione (qui un es. del Canton SG).
  • Se lo studio medico è associato a una rete di “managed care” che prescrive il sistema del terzo garante, occorre segnalare alla direzione l’esigua percentuale di pazienti marginali “terzo pagante”, la cui terapia non può essere organizzata in altro modo.

5. Il paziente non rispetta gli appuntamenti

  • Chieda al paziente quale orario gli conviene maggiormente (in funzione, ad es., del suo ciclo del sonno).
  • Inviti il paziente a registrare l’appuntamento nel suo telefono cellulare (nell’agenda, prevedendo magari anche un segnale d’allarme).
  • Pianifichi la consultazione in modo da trovare con facilità un’altra attività se il paziente non dovesse presentarsi (ad es. convocare tre invece di due pazienti per quell’ora; dettare corrispondenza ecc.; studio della cartella clinica / riassunto / lavoro in assenza del paziente ecc.)
  • Durante la consultazione seguente, affronti il problema con il paziente, adottando un tono corretto.
  • I pazienti che si sentono presi sul serio e che sono trattati con rispetto osservano più scrupolosamente gli appuntamenti.

1Ordinanza del DFI sulle prestazioni dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (Ordinanza sulle prestazioni) 832.112.31, in breve OPre, Allegato Nr.8 Capitolo Psichiatria.

 

Impressum