Metanfetamina 

  • d-N-metil-fenipropan-2-amina
  • Sintetizzata per la prima volta nel 1893. Tra il 1938 e il 1988 distribuita come farmaco (Pervitin). Utilizzatissima durante la Seconda Guerra mondiale, somministrata ai soldati, anche sotto forma di tavolette di cioccolato.
  • Figura tra le “sostanze controllate” (=vietate) secondo l’ordinanza del DFI sugli elenchi degli stupefacenti (OEStup-DFI) del 30 maggio 2011.
  • Una sorta di anfetamina «alla seconda potenza».

Classificazione

  • stimolante

Nomi in gergo

  • adam, blue sky, crank, crystal, crystal meth, ice, meth, pico, pillola thai, shaboo, speed, yaabaa

Epidemiologia

  • Prevalenza del consumo durante l’anno precedente: 0.8 % uomini, donne 0.7%; durante il mese precedente 0.1%, prevalenza nel corso della vita 3.5%

Azione

  • Rispetto all’anfetamina, la metamfetamina attraversa meglio la barriera emato-encefalica e quindi ha effetto sul cervello in concentrazioni più elevate.
  • Stimola il rilascio di dopamina nel sistema nervoso centrale e di noradrenalina nel sistema nervoso periferico.

Forma galenica

  • polvere cristallina, cristalli o compresse (“pillola thai”)

Modalità di consumo

  • È assunta per via orale (la forma meno rischiosa) e nasale. Raramente è inalata o iniettata.
  • Grado di purezza 74-80%. Contenuto medio di sostanza attiva per compressa: 8-16 mg (costo: 20 – 40 fr./compressa)

Farmacocinetica

Substrato di CYP2D6                                                                                

Biodisponibilità

Concentrazione plasmatica massima

Emivita

Metaboliti attivi

Durata degli effetti (dipende dalla dose)

Eliminazione

 -

3 – 6 ore (orale) 

 4 – 5 ore

 anfetamina

6 – 30 ore 

 renale

Caratteristiche e effetti

  • Ha effetti simili all’anfetamina, ma più potenti.
  • Stimolante, aumenta le prestazioni, euforizzante, elimina la sensazione di stanchezza, rende piì disponibile al rischio, riduce la sensibilità al dolore, anoressigena (inibisce il senso di fame), aumenta l’autostima

Raccomandazioni per un consumo sicuro (safer use)

  • Assumere dosi basse, perché la metanfetamina è una sostanza potentissima!
  • Chi consuma sovente metanfetamina dovrebbe assumere vitamina C, vitamina D e sostanze minerali (ferro, calcio e magnesio).
  • Dopo il consumo mangiare a sufficienza, per non perdere peso.
  • Rimandiamo anche alla scheda che riassume i consigli per un consumo sicuro.

Drug checking

Interazioni

  • Sono note interazioni, alcune delle quali possono avere esiti mortali, con i seguenti farmaci: soprattutto psicofarmaci, in particolare inibitori MAO (antidepressivi e farmaci per la malattia di Parkinson), ma anche SSRI e SNRI, altri tipi di antidepressivi, neurolettici, e talvolta anche analgesici/oppioidi.

Effetti indesiderati dopo il consumo

  • Effetti psichici:
    • paura e attacchi di panico
    • psicosi da anfetamina (analoga a una psicosi paranoide)
    •  “discesa” dopo il consumo, stanchezza, sintomi depressivi, irritabilità 
    • le alterazioni delle condizioni psichiche sono in larghissima parte reversibili
    • può facilmente indurre dipendenza (più facilmente che l’anfetamina)
    • crisi di astinenza (craving)
  • Effetti somatici:
    • a causa della dissociazione tra mente e corpo, la persona non tiene conto, o non sufficientemente, di importanti e in parte vitali bisogni fisiologici (ad es. equilibrio termico, fame, sete, sonno)
    • midriasi (dilatazione delle pupille), palpitazioni, ipertensione, aritmie, ipertermia, tremore, trisma (spasmo mascellare)

Sintomi di iperdosaggio (red flags)

  • allucinazioni
  • comportamento delirante, agitazione 
  • ipertermia
  • ipertensione, tachicardia
  • aritmia
  • tachipnea
  • urine concentrate

Terapia in caso di iperdosaggio

Gravidanza e allattamento

Circolazione stradale e rilevabilità della sostanza

  • Rimandiamo alla scheda sulla Circolazione stradale.
  • Rimandiamo in generale alla scheda sui Metodi di rilevazione
    • Urine: 1 – 4 giorni (dipende dalla dose e dalla frequenza del consumo; fino a 4 giorni in caso di singolo consumo, 5 giorni in caso di consumo ripetuto; la metanfetamina appare nelle urine 20 minuti dopo l’assunzione)
    • Sangue: 48 ore dopo un singolo consumo
    • Saliva: 24 ore (dopo un singolo consumo), da 36 a 72 ore (consumo ripetuto), fino a 8 giorni in caso di consumo cronico