Ayahuasca (DMT, changa)

  • N,N-dimetiltriptamina (DMT)
  • “Ayahuasca” è il nome del decotto ottenuto da alcuni vegetali provenienti dal Sudamerica. A seconda della preparazione, si presenta come una bevanda bruna, dal sapore amaro tendente al marcio, oppure dolce. Ha effetti psichedelici.
  • I principi attivi più importanti sono la dimetiltriptamina (DMT) e l’armina, un inibitore delle monoamminossidasi (inibitore MAO). A seconda della preparazione, il decotto può contenere:  
    • triptamine: DMT, 5-MeO-DMT, bufotenina, N-metiltriptamina, DMT-NO, d4-5-MeO-DMT ecc.
    • inibitori MAO: armina, armalina, tetraidroarmina ecc.
  • Secondo l’ordinanza del DFI sugli elenchi degli stupefacenti (OEStup-DFI) del 30 maggio 2011, DMT e quindi anche ayahuasca sotto forma di decotto vegetale fanno parte delle “sostanze controllate” (=vietate).

Classificazione

  • sostanza allucinogena (psichedelica)

Nomi in gergo

  • changa, yage, caapi, molecola dello spirito, elf spice, dimitri 

Epidemiologia

  • Non esistono dati sulla diffusione e sul consumo di ayahuasca (DMT) in Svizzera.
  • Il consumo è diffuso tradizionalmente soprattutto in Sudamerica. Negli ultimi anni si constata un aumento, anche in Svizzera, dei rituali di gruppo attorno all’ayahuasca.

Azione

  • L’ayahuasca favorisce il rilascio della sostanza allucinogena N,N-dimetiltriptamina (DMT) nel sistema nervoso centrale e periferico, inibendone nel contempo la metabolizzazione. Ciò agisce sui recettori 5-HT1a e 5-HT2, che regolano il neurotrasmettitore serotonina.
  • Oltre al rilascio di serotonina e prolattina, aumenta anche l’ormone adenocorticotropo (ACTH).

Forma galenica

  • L’ayahuasca è un decotto contenente DMT e inibitori MAO. Non è venduto già pronto.
  • La DMT si presenta sotto forma di polvere cristallina, oppure di blocchetti di resina o di catrame (fumabile).
  • La DMT fumabile contiene di solito un inibitore MAO che ne potenzia l’azione.

Modalità di consumo

  • Il decotto di ayahuasca è bevuto, la DMT è fumata o sniffata.
  • Assunta oralmente, la DMT ha effetto solo se combinata con inibitori MAO.

Farmacocinetica

Substrato di monoamminossidasi (MAO)

Biodisponibilità

Concentrazione plasmatica massima

Emivita

Metaboliti attivi

Durata dell’azione (dipende dalla dose)

Eliminazione

dopo 45-60 min.

dopo 90-120 min.

 

bufotenina

 4 ore

renale (urine)

(DMT fumata) dopo qualche secondo

dopo 20-30 min.

 

bufotenina

45 min.

renale (urine)

Caratteristiche e effetti

  • aumento della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca
  • midriasi
  • cambiamenti delle percezioni acustiche, visive e tattili
  • breve euforia
  • modifiche nella percezione del tempo, che appare notevolmente rallentato
  • sensazione di separazione tra corpo e spirito
  • sensazione di allargamento della coscienza, di dissoluzione dell’io e di unità con la natura
  • sensazione di avere sfiorato la morte (DMT)
  • immersione in modi inconsueti e strani che si avvicendano in rapida successione (DMT)
  • con 5-MeO-DMT in dosi maggiori appaiono anche figure colorate e pulsanti, che si sovrappongono l’una all’altra
  • allucinazioni (visive) tanto ad occhi aperti quanto ad occhi chiusi

Raccomandazioni per un consumo sicuro (safer use)

  • assumere la sostanza adatta nel contesto adatto
  • evitare il consumo solitario
  • consumare in posizione seduta, per evitare di cadere
  • cominciare con una dose ridotta, non riprenderne subito un’altra
  • non mangiare formaggio a pasta dura immediatamente prima o dopo il consumo

Drug checking

  • possibile per l’ayahuasca
  • possibile per la DMT (rimandiamo anche alla scheda sulle regole per il consumo sicuro)

Interazioni

  • SSRI e inibitori MAO 
    • sindrome serotoninergica (eccesso di serotonina nel cervello associato a sintomi vegetativi autonomi: aumento della frequenza cardiaca, della pressione sanguigna, sudorazione, nausea, midriasi ecc.)
    • sintomi a carico del sistema nervoso centrale (acatisia, allucinazioni, ipomania ecc.) e sintomi neuromuscolari (tremore, iperreflessia, crisi epilettiche ecc.)
  • alcol
    • nausea, vomito; gli effetti della sostanza sono smorzati e sgradevoli
  • cannabis 
    • può prolungare e rendere più intensi gli effetti della DMT
  • sostanze a effetto dissociativo (ad es. destrometorfano DXM e ketamina) 
    • la sensazione di dissoluzione dell’io aumenta pericolosamente, e ciò può indurre paura e attacchi di panico
    • aumenta il rischio di blackout
  • allucinogeni (ad es. LSD, mescalina e funghi) 
    • potenziamento estremo degli effetti allucinogeni
  • stimolanti (anfetamina, cocaina) 
    • aumentano le sensazioni di paura e i pensieri ripetitivi
  •  gas esilarante 
    • amnesia e perdita di coscienza

Effetti indesiderati durante e dopo il consumo

  • perdita di controllo e stati di paura
  • nausea e vomito
  • aumento della frequenza cardiaca
  • aumento della pressione sanguigna
  • midriasi
  • aumento della salivazione
  • tremore, irrequietezza
  • cefalea
  • disturbi del movimento 
  • sensazione di assenza di peso o di caduta nel vuoto
  • i forti cambiamenti di percezione e di allargamento della coscienza, di dissoluzione dell’io (sensazione di avere sfiorato la morte) possono avere un effetto traumatizzante

Effetti psichici a breve e lungo termine

  • Questa sostanza non provoca dipendenza.
  • Possono persistere disturbi nella percezione della propria persona e della realtà.
  • Nelle persone vulnerabili può scatenare psicosi latenti (confusione, paura, panico).

Sintomi di iperdosaggio (red flags)

  • vomito
  • forte confusione
  • sindrome serotoninergica > tremore, iperreflessia, crisi epilettiche

Terapia in caso di iperdosaggio

Gravidanza e allattamento

Circolazione stradale e rilevabilità della sostanza

 

Impressum