Anfetamina

  • Denominazione: (±)-α-metilfenetilammina
  • In gergo: crystal, speed
  • L’anfetamina è perlopiù miscelata a caffeina, e poi venduta come “speed”.
  • La legislazione svizzera considera l’anfetamina una sostanza stupefacente.
  • Il grado di purezza è molto variabile. Analisi di laboratorio commissionate nel 2012 da Streetwork Zurigo hanno rintracciato, nei campioni esaminati, un tenore di principio attivo oscillante tra l’1 e il 96%.
  • Effetti:
    • favorisce il rilascio di noradrenalina
    • è stimolante, aumenta le prestazioni
    • è euforizzante
    • fa perdere la percezione della stanchezza
    • rende più disponibili al rischio
    • induce logorrea
    • riduce la sensibilità al dolore
    • è anoressante, inibisce l’appetito
    • aumenta l’autostima
    • ha azione dopaminergica, adrenergica e serotoninergica
  • Rischi e effetti collaterali:
    • la fase di “discesa” dopo il consumo
    • nausea
    • irrequietezza motoria
    • stereotipie (ad es. movimenti ripetitivi delle dita)
    • a dosi elevate può provocare allucinazioni sensoriali
    • “delirio anfetaminico”
    • midriasi (dilatazione delle pupille)
    • tremori
    • tachicardia (accelerazione della frequenza cardiaca)
    • ipertensione -> lesione dei vasi sanguigni e emorragie interne crisi epilettoidi
    • aritmie cardiache (aritmie ventricolari)
    • angiospasmo -> contrazione dei vasi sanguigni che può anche condurre a un infarto
    • ipertermia (aumento della temperatura corporea)
    • emorragie
    • coagulazione intravascolare disseminata (CID; sindrome caratterizzata dall’attivazione sistemica della coagulazione con formazione intravascolare di trombi)
    • a dosi elevate può provocare collasso cardiocircolatorio, renale e/o epatico
    • in caso di consumo cronico, l’organismo giunge a uno stato di sfinimento (osteopatie, odontopatie); ciò può provocare anche, ad esempio, ascessi cutanei
    • il consumo cronico può indurre una perdita di peso eccessiva e, nelle donne, disturbi del ciclo mestruale
  • Effetti psichici (a breve e lungo termine):
    • disturbi psichici generali: disturbi del sonno e dell’appetito, sbalzi di umore, irrequietezza, estrema irritabilità e nervosismo, comportamenti aggressivi
    • sintomi depressivi
    • sindrome ansiosa
    • psicosi da anfetamina (simile a una psicosi paranoide)
    • le alterazioni delle condizioni psichiche sono in larghissima parte reversibili
    • assuefazione psichica
  • La durata degli effetti dipende dalla dose, e va da 6 a 12 ore.
  • L’anfetamina è spacciata perlopiù in polvere (bianca, beige o rosa) oppure sotto forma di compresse o capsule.
  • È assunta per via nasale e orale. Più raramente è inalata o assunta per via parenterale.
  • Interazioni pericolose, in caso di assunzione combinata con:
    • betabloccanti
    • inibitori MAO
    • antidepressivi triciclici
    • sostanze stimolanti (“uppers”: ad es. cocaina, ecstasy): l’interazione sinergica mette sotto stress il sistema cardiocircolatorio! Rischio di convulsioni!
    • sostanze calmanti (“downers”: ad es. benzodiazepine, alcol, GHB/GBL): disidratazione e rischio di surriscaldamento.
  • Regole per un consumo sicuro (“safer use”).

 


Impressum