Opzioni farmacologiche

  • I farmaci prescritti dal medico di base per limitare i rischi di ricaduta possono avere un ruolo molto importante nella terapia di una dipendenza.
  • Vanno selezionati nell’ambito di un più ampio approccio terapeutico e non devono pertanto essere l’unico rimedio adottato. Da soli non sarebbero sufficientemente efficaci.
  • Dopo una disintossicazione fisica, considerato l’impiego di diversi farmaci, prevedere un accompagnamento ambulatoriale con colloqui regolari non può che influire positivamente sulla prognosi: in merito, rinviamo ai programmi proposti dai centri regionali specializzati e dai gruppi di autoaiuto.
  • In caso di comorbilità rilevante per il trattamento, i cui sintomi persistono anche dopo l’attenuarsi di quelli legati alla dipendenza da sostanze (ad es. depressione, disturbi d’ansia, sindrome da deficit di attenzione e iperattività ADHD), occorre prevedere un’adeguata terapia parallela.
  • Nella terapia occorre tenere conto anche di fattori psicosociali aggravanti e, se possibile, trovare soluzioni per migliorare la situazione.

Dettagli riguardanti la terapia con