Stampa

Interazioni tra alcol e farmaci

Introduzione

  • Importante è stabilire se il consumo di alcol è abituale o episodico.
  • Chi assume diversi farmaci corre un rischio maggiore che la loro azione possa interferire con l’alcol.

Effetti

  • Depressione del sistema nervoso centrale
    • Sedativi/ansiolitici, sonniferi, antidepressivi con effetto sedativo, antistaminici, antipsicotici, antiepilettici e oppioidi: l’interazione con l’alcol rafforza l’effetto sedativo.
    • Assumere dosi anche moderate di alcol può già comportare gravi conseguenze sulla capacità di condurre un veicolo. Anche entro il limite di alcolemia in vigore in Svizzera (0,5‰) si constata già un ritardo della reattività.
    • Il consumo di alcol comporta effetti particolarmente gravi in interazione con sostanze e farmaci che possono indurre una depressione respiratoria (benzodiazepine, oppioidi, Distraneurin®). Non si verifica un effetto additivo, ma le sostanze si potenziano a vicenda. La portata di queste interazioni è difficilmente valutabile e può anche avere effetto letale.
  • Lesioni della mucosa gastrica
    • Tanto l’alcol quanto l’acido salicilico e gli antinfiammatori non steroidei possono provocare lesioni della mucosa gastrica. Con ogni probabilità, l’effetto è additivo. Malgrado questo tipo di interazione non sia ben documentato, occorre riservargli la dovuta attenzione.
  • Motilità gastrica
    • Inizialmente l’alcol è rapidamente assorbito dallo stomaco, in seguito il processo diventa più lento, anche se la concentrazione alcolica della bevanda è elevata. Nell’intestino tenue l’alcol è generalmente assorbito con rapidità. Tutti i farmaci che accelerano lo svuotamento gastrico possono aumentare l’alcolemia (ad es. Motilium®, Paspertin®, eritromicina).
  • Metabolismo di primo passaggio (effetto “first-pass”)
    • L’alcol è parzialmente metabolizzato nella mucosa gastrica dall’enzima alcol-deidrogenasi (ADH). I farmaci che inibiscono il funzionamento dell’ADH possono aumentare l’alcolemia (ad es. ranitidina = Zantic® e acido acetilsalicilico). Questo meccanismo è controverso ma vale la pena tenerne conto, a titolo preventivo.
  • Irrorazione sanguigna gastrointestinale
    • Se, a stomaco vuoto, si assume alcol assieme ad acido acetilsalicilico, l’assorbimento aumenta del 26%. Questo fenomeno è dovuto a un maggior afflusso di sangue nella mucosa gastrica nella fase di digestione.
  • Metabolismo epatico
    • Importante è soprattutto il CYP2E1, che interviene anche nel metabolismo di diversi medicamenti, quali isoniazide o paracetamolo.
      • Questo isoenzima è indotto dal consumo abituale di alcol. Aumenta il metabolismo dell’alcol ma anche quello dei farmaci menzionati, in particolare quando, in caso di momentanea astinenza dall’alcol, agisce esclusivamente sul metabolismo dei farmaci. La tossicità del paracetamolo è indotta da questo meccanismo.
      • Il CYP2E1 può indurre prodotti intermedi reattivi all’ossigeno, con proprietà tossiche. La tossicità epatocellulare del metotrexato è probabilmente rafforzata dall’attività del CYP2E1 indotto dal consumo di alcol.
  • Reazione disulfiram
    • L’acetaldeide generata dal metabolismo dell’alcol è molto tossica. Di solito è rapidamente eliminata dall’aldeide-deidrogenasi mitocondriale. L’abuso cronico di alcol, tuttavia, inibisce l’attività di questo enzima.
    • Diversi farmaci che, a loro volta, inibiscono l’attività di questo enzima possono provocare, nelle persone alcoldipendenti, una “reazione tipo disulfiram”. Ad es.:
      • Mandokef® (cefamandolo)
Esperimenti condotti su animali da laboratorio lasciano presupporre che, anche nell’essere umano, l’uso combinato di alcol e farmaci antidiabetici contenenti metformina influisca negativamente sul rapporto lattato/piruvato, aumentando così il rischio di acidosi lattica nonché di ipoglicemia.

 

Impressum

    • Initial wird im Magen Alkohol rasch resorbiert, später erfolgt die Resorption relativ langsam auch wenn die Alkoholkonzentration des konsumierten Getränks hoch ist. Im Dünndarm wird der Alkohol allgemein sehr rasch resorbiert. Alle Medikamente, welche die Magenentleerung beschleunigen, können den Blutalkoholspiegel erhöhen (z.B. Motilium®, Paspertin® und Erythromycin).